Tahiti: domenica 18 novembre, 2018 - 00:17
      Indice » Borsa, Gioielli e Accessori » Gioielli » Français English Español Italian    Valute 
 


Newsletter:
Ricevere le nuove offerte da Tahiti Pack
 
[Mi iscrivo]
[Cancellarsi]

Ricerca veloce
Ricerca avanzata

Braccialetto con perla di Tahiti - Marrone

Braccialetto con perla di Tahiti - Marrone
Disponibile Disponibile
da Artisanat Craft
28.00



Colore

Ultima vendita 2 ore

Braccialetto fantasia, chic et di tendenza

Può essere indossato sia con spirito sobrio ed elegante che chic e bohemien, in base allo stile che vorrete dargli: da solo per mettere in valore la sua autenticità o insieme ad altri braccialetti per un look spiritoso e di tendenza.

Questo braccialetto fabricato a mano in modo artigianale, è composto da:

- una autentica perla nera di Tahiti, barocca di 8 mm circa: situata al centro del braccialetto, ogni perla è autentica ed unica.

- una cordicella morbida intrecciata di poliestere resistente, di una larghezza di circa 5 mm. E' disponibile in 3 colori e permette di adattarsi a tutte le dimensioni di polso. Qualunque sia il colore della cordicella, la dimensione è regolabile da 6 a 9 cm di diametro circa. la chiusura varia in base al colore.

Beige sabbia o Marrone chiaro: sistema di chiusura con scorrevole con nodi.

Nero: la cordicella è intrecciata attorno ad un filo memoria metallico semi rigido.

Larghezza della cordicella: 5 mm ca - Lunghezza: da 6 a 9 cm ca - Consegnato in uno scrigno o in una pochette di velluto (in base alla disponibilità).


La perla nera di Tahiti

Le perle di cultura di Tahiti sono comunemente chiamate Perle Nere o Poe Rava in tahitiano - Poe: la perla e Rava: nera), anche se esiste in molteplici colori determinati da numerosi criteri naturali. Ciascuna perla è unica.

I CRITERI DI QUALITA

In uno spirito di qualità, il servizio di Perlicultura della Polinesia Francese a stabilito norme e regolamentazione che definiscono i criteri di qualità per la perla di cultura di Tahiti.

La dimensione:

Corrisponde al diametro della perla in millimetri, e può variare tra gli 8 e i 16 mm. Esistono anche perle fuori norma che sono considerate eccezionali.

Per l'utilizzo in gioelleria, si considera una toleranza di 0,5 mm come non significativa. Esempio: una perla di 7 mm potrà in realtà avere un diametro variabile tra i 6,75 e i 7,25 mm.

La forme :

Le perle di Tahiti sono suddivise in 5 categorie:
- Rotonde: è la più ricercata e la più rara, di conseguenza è la più cara
- Semi-rotonde: la sfera è leggermente imperfetta
- Semi-barocca: esiste in 4 forma (goccia, bottone, pera, ovale)
- cerchiata: ha bande regolari, degli anelli (perpendicolari as un asse di rotazione) e copre più di un terzo della superficie della perla
- Baroque : lei è irregolare

N.B.: Le Keshis non sono perle di coltura formate intorno al nucleo (chiamate nucleus) innestate dall'uomo, ma sono perle di formazione naturale nella madreperla, di un diametro da 2 a 15mm. Generalmente di piccola taglia e senza forma precisa, sono soprattutto utilizzate in bigiotteria fantasia.

La superficie:

La superficie di una perla è più o meno liscia, con o senza imperfezioni come righe, fissure, cavità, ecc. Una superficie perfettamente liscia e senza imperfezione è eccezionale.

Il lustro o lucentezza:

Il lustro è caratterizzato dal riflesso della luce sulla superficie della perla, la lucentezza è divisa in 4 gradi: Eccellente (molto brillante), Buono (brillante), Palida (poco brillante), Debole o povera (opaca).

Lo spessore della madreperla:

Lo spessore della madreparle dipende dalla durata di gestazione nell'ostrica perlifera. E' una garanzia di qualità, bellezza e durata della perla coltivata. In base alla classificazione ufficiale, una perla di coltura di Tahiti deve avere un spessore di madreperla che ricopre almeno il 50% della superficie del nucleo.

Il colore:

Il colore naturale della perla varia in base alla luce. E' quindi importante osservare e comparare il colore nella luce artificiale ma anche alla luce naturale. Le sfumature non possono essere categorizzate perché ne esistono un'infinita, che varia tra diversi colori e riflessi: bianco, argento, crema, oro, grigio, blu, rosa, melanzana, verde, giallo, pavone, pistacchio, ecc. Sono anche possibili combinazioni di colori.

I professionisti roconoscono 3 caratteristiche: il colore di base (determinato dalla specie di ostrica produttrice, la zona di coltura, la natura dell'innesto e del nucleo), i tratti (colore secondario traslucido), l’oriente (colore arcobaleno o irridiscente che si può osservare facendo girare la perla).

Si prega di notare che il criterio del colore e della forma sono elementi determinanti nella scelta della perla e rimangono legati al gusto individuale.

CLASSIFICA DELLE PERLE DI COLTURA

I professionisti della perlicoltura utilizzano si basano su pià elementi di gradazione per qualificare la superficie delle perle ad occhio nudo.

La combinazione del lustro e dello stato delle superficie permette di classificare le perle in 5 categorie:
- Qualità Top Gemma: qualità perfetta, senza imperfezioni con un bellissimo lustro
- Qualità A: piccolissime imperfezioni (al massimo sul 10% della superficie) con un bellissimo lustro
- Qualità B: legere imperfezioni (al massimo sul 30% della superficie) con lustro da molto bello a medio
- Qualità C: moderate imperfezioni (al massimo sul 60% della superficie) con lustro da bello a medio
- Qualità D: imperfezioni da leggere a profonde (su una superficie di oltre il 60%) con lustro debole

Esistono altri metodi di classificazioni, comme le norme del GIA (Gemological Institute of America) il quale usa terminoligia di Gem Grade, AAA, AA+, AA.

Ecco alcuni esempi di codifica permettendo di definire la qualità di una perla in base alla sua forma, alla sua superficie ed al suo lustro:
AAA = Rotonde - Leggerissime imperfezioni - Molto lucente
ABA = Rotonde - Leggere imperfezioni - Molto lucente
BAA = da Rotonde a semi rotonde - Leggerissime imperfezioni - Molto lucente
AAB = Rotonde - Leggerissime imperfezioni - lucentezza media

COME OTTENERE UNA PERLA: LA PERLICOLTURA

Le perle nere di Tahiti sono originate da secrezioni di madreperla dalla specie di ostrica chiamata la pinctada margaritifera, una specia coltivata principalemente nella Polynésie Française.

L'atticità di coltivare le ostrice perlifere si chiama perlicolture. si compone di 5 tappe.

La raccolta: da 1 a 2 anni

L’ostrica Pinctada Margaritifera vive naturalmente nelle laguna polinesiane. In certi periodi dell'anno, nascono delle larve chiamate nascituri, che cercano di fissarsi al riparo dai predatori. I perlicoltori mettono nelle lagune dei collettori per permettere alle larve di trovarvi rifugio.

L'allevamento: da 3 a 12 mesi

Le giovani ostriche raccolte naturalmente sono prelevate e messe su dei supporti d'allevamenti sottomarini chiamati stazioni. Il guscio è forato e le ostriche sono attaccate da un nylon lungo una corda che simile ad un rosario sospeso sotto la superficie del mare.La crescita della madreperla è strettamente monitorata (malattia o predatori).

L'innesto: dai 2 anni

Le ostriche subiscono l'innesto dopo il compimenti dei 2 anni. L'operazione di innesto consiste nell'inserimento di un nucleo nella tasca perlifera (una biglia tagliata nella madreperla di una cozza) che costituirà il cuore della perla di coltura e un innesto (pezzettino ricavato dal guscio di un altra ostrica chiamata donatrice). Il nucleo e l'innesto devono essere messi in contatto.

L'innesto crea nell'ostrica portatrice un sacchetto attorno al nucleo (chiamato sacchetto perlifero), nel quale la perla si svilupperà. Quest'ultimo ha un ruolo determinante nella qualità e le caratteristiche della futura perla, grazie alla sua attività di secrezione attorno al nucleo. Ne determina, tra l'altro, il colore.

La Colture: durata di 2 anni

Sono necessari 2 anni supplementari per permettere all'ostrica di svilupparsi. Diversi parametri entrano in gioco nella produzione di una perla di qualità: lo stato fisiologico delle ostriche destinate all'innesto, l'esperienza dell'innestatore, la qualità del nucleo e dell'innesto, le condizioni di coltura delle ostriche nel corso del intero procedimento.

La Raccolta: durata di 18 mesi dopo l'innesto

dopo 5 anni, le perle possono finalmente essere raccolte. Se la perla è di qualità eccezionale, un secondo innesto (chiamato surinnesto) sarà realizzato. La perla è quindi sostituita da un nucleo della stessa dimensione della perla raccolta, senza aggiunta di innesto supplementare. Le ostriche possono essere innestate due o tre volte, che permette di ottenere delle perle sempre più grosse.


I clienti che hanno questo comprato questo prodotto hanno anche comprato
Calendario 2019 - Simbolos delle Polinesia (Formato piccolo)
Calendario 2019 - Simbolos delle Polinesia (Formato piccolo)
Calendario 2019 - Pesci della laguna
Calendario 2019 - Pesci della laguna
Polo Hinano - Makereta
Polo Hinano - Makereta
Sapone Monoi di Tahiti profumato alla noce di cocco - Tiki
Sapone Monoi di Tahiti profumato alla noce di cocco - Tiki
Sapone Monoi di Tahiti profumato con il fiore di Tiare - Tiki
Sapone Monoi di Tahiti profumato con il fiore di Tiare - Tiki
Sapone liquido al Monoi di Tahiti - Fiore di Tiaré
Sapone liquido al Monoi di Tahiti - Fiore di Tiaré
Carrello
Il tuo carrello è vuoto

Novità
Calendario 2019 - Simbolos delle Polinesia (Formato piccolo)
Calendario 2019 - Simbolos delle Polinesia (Formato piccolo)
6.25 €

Il mio conto
Crea un conto
Password dimenticata?


Indirizzo email:

Password:

Ok

Dillo ad un amico
Invia questa pagina ad un amico.